Metti la prima! – Novak Djokovic vs Andy Murray

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Non sarà esattamente una finale inedita quella in programma Domenica mattina (9:30 ora italiana) in quel di Melbourne. Con Murray che ha meritatamente raggiunto Djokovic in fondo al tabellone del singolare maschile, ritroveremo una finale che di questi tempi ha tenuto compagnia agli appassionati per quattro volte negli ultimi sei anni.

Il serbo ha letteralmente demolito Roger Federer in quattro set (che potevano tranquillamente essere 3 se l’elvetico non avesse avuto un sussulto d’orgoglio), il britannico ha dovuto rimontare uno svantaggio di due set ad uno per avere ragione di un grandissimo Milos Raonic, autentica sorpresa di questo torneo che speriamo di vedere ai massimi livelli anche nel prosieguo della stagione.

I precedenti tra i due finalisti sono tutti per il numero 1: 21-9 nei 30 scontri totali, 3-0 nelle finali australiane. Ma andiamo alle possibili chiavi del match:

Come Djokovic può battere Murray?

  • La partita sarà un braccio di ferro da fondo campo, perciò Nole non può perdere campo, considerando anche che l’avversario quando scende a rete non è affatto male.
  • Importante sarà, ai fini del braccio di ferro, tenere entrambe le diagonali con una certa intensità. Proprio come ha fatto in semifinale, il numero uno dovrà essere incisivo con il diritto incrociato, colpo che ha migliorato tantissimo negli anni e che potrebbe non solo aiutarlo ad aprirsi il campo durante gli scambi, ma anche regalargli diversi vincenti.
  • Murray è un difensore molto preparato e lo ha dimostrato anche contro Raonic, ne consegue il fatto che Nole, qualora chiamato avanti, non può essere approssimativo nel giocare le volée di chiusura, perché verrebbe punito il più delle volte.

 

Come Murray può battere Djokovic?

  • Il primo fattore è sicuramente la pazienza, che il britannico perde sistematicamente durante una fase (a volte anche breve) della partita. Vista la portata dell’avversario non può permettersi cali di rendimento.
  • Servire bene è sicuramente un ottimo aiuto per provare a disinnescare la risposta velenosissima dell’avversario e guadagnare punti gratuiti, o comunque per avere la possibilità di partire in vantaggio nello scambio.
  • Lo scozzese potrebbe anche avere la possibilità di sorprendere l’avversario. Nelle occasioni in cui dovesse guadagnare campo, sarebbe opportuno per lui sfruttare le buonissime capacità di volleatore andando a chiudere i punti a rete. Osare certe soluzioni, soprattutto avendole nelle corde, può aiutare Murray a destabilizzare la tattica del serbo.

Siamo giunti alla fine anche di questa lavagna, e come sempre è tempo del pronostico. Alla luce di ciò che abbiamo visto in queste prime settimane del 2016 si evince che il serbo sembra essersi ulteriormente superato rispetto al 2015; ma anche lo scozzese, probabilmente rasserenato anche dalla felice situazione familiare (matrimonio e figlio in arrivo a giorni), sembra in forma smagliante, ma probabilmente non basterà. Azzardo e pronostico la vittoria di Djokovic in 3 set, ma non sarebbe per nulla sorprendente se dovessimo vederne 4.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Fausto Consolo

Studente di Giurisprudenza a Messina, città che mi ha dato i natali e nella quale sono cresciuto, sin dall'infanzia lo sport diventa una delle mie più grandi passioni. Scrivo di tennis, sport che pratico da sempre, ma adoro anche la pallacanestro e come tutti gli italiani sono cresciuto con il pallone attaccato al piede. Grande tifoso dell'Inter e dell'Orlandina Basket, i miei più grandi idoli sono Javier Zanetti, Gianmarco Pozzecco, Josè Mourinho e Kobe Bryant, ma il vero amore (con buona pace di queste grandi icone dello sport) resta Roger Federer.

Un pensiero riguardo “Metti la prima! – Novak Djokovic vs Andy Murray

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *