Nadal conquista lo Us Open e conferma il primato mondiale

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Roger Federer e Rafael Nadal, Federer o Nadal, Roger o Rafa? Questa la domanda che ci si poneva per la vittoria dello Us Open, loro due si giocavano la posiziome di numero uno del mondo, loro due i protagonisti di questo 2017.

Alla fine a uscirne vincitore è stato Nadal in tutti i sensi: terzo Us Open, secondo slam nel 2017 e prima posizione nel ranking consolidata. Lo spagnolo è arrivato alla stagione sul duro americano in buona forma, o quantomeno sen problemi fisici evidenti al contrario del rivale Federer o Murray che ha abbandonato il torneo a tabellone compilato.

Per Rafa c’è da dire che il suo tabellone è stato molto agevole, non ha mai affrontato un top20 in tutto il torneo e in finale ha trovato Anderson al miglior risultato della carriera, ovviamente non gliene facciamo una colpa ma si aggiunge alla lista di Slam che quest’anno non hanno avuto troppa storia.

Veniamo a chi ha deluso, su tutti Federer che è riuscito a sbagliare preparazione facendosi ingolosire dal ranking e Sascha Zverev che doveva essere il padrone di casa nella parte bassa del tabellone e invece ha ceduto a Coric quasi a dire a tutti che negli Slam o quando parte abbastanza favorito non è ancora pronto.

Invece tanti applausi a Juan Martin del Potro che ha regalato emozioni, come sempre a Flushing Meadows, suo torneo preferito. L’argentino ha rimontato Thiem, ha preso a pallate Federer ed era riuscito a domare anche Nadal giocando un primo set sontuoso prima di spegnersi fisicamente.

Chiusa la discussione Slam per quest’anno col conto in pari tra Federer e Nadal 2-2, aperta la questione mille con Federer, Nadal e Zverev a due e Dimitrov ad uno, l’ultimo, mentre per il numero uno con il ritiro di Murray per il finale di stagione resta solo Federer, comunque a distanza, a contendere il trono al numero uno spagnolo.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×
Simone Milioti

Simone Milioti

Vivo a Roma, ma sono nato in provincia di Messina dove ho concluso i miei studi nell'ambito della comunicazione. Il mio primo amore è stato Roger Federer, da lì in poi la mia passione si è allargata al ciclismo grazie al mio concittadino Vincenzo Nibali e ad altri sport. Le Olimpiadi per me sono un'orgia sportiva. Oltre a scrivere e dirigere LoSportOnline ho anche partecipato alla fondazione di Blog34 (piazza virtuale studentesca di Messina, di cui vado molto fiero) e collaborato con OkCalciomercato, curando la rubrica "The Italian Job".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *