In Austria è Dovi show, che duello con Marquez!

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Forse la più bella gara del 2017 va in archivio sul Red Bull Ring, in Austria, e a trionfare è proprio colui che ti aspetti: Andrea Dovizioso. Premesso che la superiorità evidente dello scorso anno della Ducati sul tracciato “alpino” era certamente minore, quest’oggi l’uomo più che il mezzo hanno trasformato qualcosa di possibile in qualcosa di concreto, in qualcosa di splendidamente concreto. Chi credeva che il Dovi non fosse un animale da bagarre, che non ci avrebbe provato fino all’ultima curva, dovrà ricredersi. 3 vittorie quest’anno al pari di Marquez, nonostante fosse prevedibile una vittoria in Austria per il forlivese, lo proiettano davvero in lotta per il titolo e quello che magari poteva sembrare un fuoco di paglia, quell’uno-due in chiaro scuro del Mugello e di Barcellona, sta diventando un qualcosa di tremendamente concreto.

Il vinto di oggi è sicuramente Marquez, l’uomo da battere fino a ieri, l’uomo in grado di infrangere ogni record sul tracciato austriaco, in sella ad una Honda eccellente sotto ogni punto di vista, in entrata di curva così come in accelerazione. Non è bastata la solita velocità mischiata a quella maschia astuzia di chi è consapevole di essere il più in forma del momento, con un Dovizioso in stato di grazia, nemmeno forse il miglior Marquez della stagione poteva stare davanti.

Primo degli “umani” al traguardo, Pedrosa fa fruttare in gara la superiorità della sua Honda nei confronti di un Jorge Lorenzo troppo esuberante al via, costretto alla difesa sul finale di gara. Non pervenute in nessun modo le Yamaha dal decimo giro, se Vinales era già dietro, Valentino ci finisce subito dopo con un errore che sa tanto di gancio, quello a cui era appeso il Dottore oggi e quello che la coppia delle Yamaha ufficiali sta perdendo, quello mondiale.

CLASSIFICA

POS. PUNTI NUM. PILOTA NAZIONE TEAM MOTO KM/H DATA E ORA/DISTANZA
1 25 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 182.6 39’43.323
2 20 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 182.6 +0.176
3 16 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 182.4 +2.661
4 13 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 182.1 +6.663
5 11 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 182.0 +7.262
6 10 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 182.0 +7.447
7 9 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 181.9 +8.995
8 8 19 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 181.5 +14.515
9 7 76 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 181.1 +19.620
10 6 36 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 181.1 +19.766
11 5 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 181.0 +20.101
12 4 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 180.6 +25.523
13 3 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 180.6 +26.700
14 2 17 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team Ducati 180.5 +27.321
15 1 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 180.4 +28.096
16 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 180.1 +32.912
17 8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing Ducati 180.0 +34.112
18 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 179.8 +36.423
19 53 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 179.4 +42.404
20 22 Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 178.6 +52.492
Non classificato
43 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 180.6 9 Giri
9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 175.1 22 Giri
94 Jonas FOLGER GER Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 160.1 25 Giri
44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 142.0 26 Giri
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *