Marquez si conferma in Germania. Qual è il bilancio di metà stagione?

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Dal 2010 passando per 125, Moto2 e MotoGP non c’è un altro pilota che non risponda al nome di Marc Marquez che abbia vinto al Sachsenring. E’ una striscia inesorabile di successi che non sembra conoscere fine, che sia asciutto, bagnato o che si ricorra addirittura al flag to flag come l’anno scorso, la costante rimane lo spagnolo sul gradino più alto del podio. Complice un pistino che sembra disegnato apposta per la Honda, il fenomeno di Cervera ha dovuto quest’anno tener testa ad un Folger in grandissimo spolvero, onorevolissimo secondo davanti al pubblico di casa.

Il dato che però più impressiona, è il continuo rimescolamento dei valori in campo. Una settimana fa eravamo qui a celebrare il successo di Rossi, dipingendo la Yamaha come la miglior moto del lotto, avendo risolto con la nuova ciclistica i problemi di sottosterzo. Ebbene in Germania, come in Spagna, seppur con condizioni diametralmente opposte sia di temperatura che di asfalto, le moto di Iwata hanno faticato come solo le parentesi spagnole avevano evidenziato. E -dice Rossi- se non fosse stato per il nuovo telaio, sarebbe stata nuovamente una disfatta in stile Jerez. Il quarto posto di Vinales ed il quinto di Rossi sanno comunque di bicchiere mezzo pieno, tenuto conto anche della qualifica davvero impietosa.

Il terzo posto di Pedrosa conferma che su questa pista la Honda ha un potenziale nettamente superiore agli avversari e che anche lui, zitto zitto, sta mettendo vi punti pesanti in ottica mondiale, sperando in una seconda parte di stagione meno altalenante e più costante. Solo ottavo Dovizioso, messo dietro da Bautista ed Espargaro con una Aprilia sempre più costante.

Il bilancio di metà stagione vede davanti a tutti in classifica Marquez, che nonostante non abbia di certo la moto più competitiva del lotto è riuscito a portare a casa più punti possibili nelle giornate no, sprecando comunque due buonissimi piazzamenti in Argentina e in Francia. Dopo di lui in classifica Vinales a soli cinque punti, non sta confermando il rendimento super della primissima fase della stagione, quando tutto sembrava riuscirgli facilmente. Terzo Dovizioso che perde due posizioni in campionato per la brutta gara teutonica, che se non fosse stata per un azzardo nella scelta della gomma, a suo dire sarebbe stata tutta un’altra musica. Rossi dal canto suo contiene i danni in Germania, una pista storicamente ostica per lui, rimanendo comunque a 10 punti dalla vetta mondiale e quindi al treno mondiale. Dopo le difficoltà della Yamaha a Barcellona e la caduta in Francia, i punti del nove volte campione del mondo sono comunque abbastanza, tanto quanto basta per metterlo in lizza per il mondiale. Sarà una seconda parte di stagione a dir poco spettacolare.

CLASSIFICA

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 161.1 40’59.525
2 20 94 Jonas FOLGER GER Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 160.9 +3.310
3 16 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 160.4 +11.546
4 13 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 160.2 +14.253
5 11 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 160.2 +14.980
6 10 19 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 160.1 +16.534
7 9 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 159.9 +19.736
8 8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 159.8 +20.188
9 7 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 159.8 +21.138
10 6 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 159.6 +24.210
11 5 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 159.5 +25.659
12 4 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 159.1 +31.540
13 3 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 159.1 +32.179
14 2 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 158.8 +36.453
15 1 43 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 158.7 +37.771
16 36 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 158.7 +37.852
17 17 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team Ducati 158.6 +39.323
18 53 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 158.5 +41.190
19 76 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 157.3 +59.850
20 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 157.2 +1’01.664
21 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 157.2 +1’01.695
Non classificato
29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 159.6 6 Giri
22 Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 158.6 18 Giri
8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing Ducati 0 Giro
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *