Federer sconfitto a Stoccarda, nulla di preoccupante

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

In settimana si è aperta la stagione sull’erba, si è giocato a Stoccarda e ‘s-Hertogenbosch. In campo degli ormai quasi scomparsi Fab Four solo Roger Federer tra l’altro al rientro dopo la decisione di saltare tutta la stagione sul rosso.

Nadal fresco vincitore di Parigi ha deciso di riposarsi e non prenderà parte nemmeno al Queen’s, lo rivedremo a Wimbledon. Murray invece sarà presente nel 500 di casa, anche se nonostante la poco migliore prestazione al Roland Garros non possiamo ancora considerarlo come uno dei favoriti anche se sarà testa di serie numero uno a Wimbledon. Djokovic…beh lui preferisce fare il papà e di giocare a tennis poco e niente.

https://www.facebook.com/djokovic.official/videos/1521672777885568/

Resta Federer che però alla prima su erba ha steccato contro l’amico Tommy Haas. Lo svizzero, ha perso il secondo match ufficiale del suo 2017 e pure a Stoccarda, come a Dubai contro Donskoy, ha avuto un match point che non ha trasformato.

Nulla di preoccupante ci verrebbe da pensare considerando che Roger in quel caso non subì neanche il contraccolpo. Certo qui crediamo siano entrati in gioco anche altri fattori, primo l’adattamento all’erba. Superficie ormai rara su cui giocare e vada bene l’allenamento ma giocare la partita è sempre diverso. La palla ti scappa, magari ti rimbalza male e così non hai molte chance di aggiustare il punto, le scelte sono immediate e devi essere sempre concentrato sul momento. Per un giocatore che non calca i campi ufficialmente da marzo ci può stare, non stupisce neanche che Federer abbia deciso di iscriversi a due tornei di preparazione prima di Wimbledon.

Secondo, da non sottovalutare, fattore che ha influito è stato l’avversario. Tommy Haas è un giocatore che sull’erba sa il fatto suo, forse uno dei dieci erbivori rimasti in attività nel circuito. Sa colpire piatto, sa piazzare il servizio, sa giocare il back, non gli dispiace giocare a rete ed in più conosce Roger benissimo. Ecco ci fosse stato qualsiasi altro giocatore forse Federer sarebbe riuscito a non soffrire troppo, vincere il suo match di esordio e prendere maggiore confidenza lungo la settimana. Ma il sorteggio ha deciso così e Federer si è ritrovato fuori dal torneo.

A relaxed Roger Federer hit the grass in Stuttgart yesterday to begin preparations for his return to the ATP World Tour.Read & Watch: http://bit.ly/2sjNylp

Posted by ATP World Tour on Montag, 12. Juni 2017

Un torneo, quello di Stoccarda che comunque ha mantenuto alto il livello erbivoro, tra Pouille che ha vinto, Lopez finalista ma che ha espresso forse il miglior gioco su erba della settimana (tenendo conto anche della settimana nei Paesi Bassi) e Zverev (Mischa, quello che si adatta meglio ai prati) il torneo non ha sentito poi tanto la mancanza di Federer. A ‘s-Hertogenbosch invece va di moda il vintage, finale tra due ultratrentenni Karlovic e Muller, con Sascha Zverev eliminato in semifinale, l’erba la devi conoscere e non puoi improvvisare, quindi vanno avanti gli esperti o comunque chi ci sa giocare.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×
Simone Milioti

Simone Milioti

Vivo a Roma, ma sono nato in provincia di Messina dove ho concluso i miei studi nell'ambito della comunicazione. Il mio primo amore è stato Roger Federer, da lì in poi la mia passione si è allargata al ciclismo grazie al mio concittadino Vincenzo Nibali e ad altri sport. Le Olimpiadi per me sono un'orgia sportiva. Oltre a scrivere e dirigere LoSportOnline ho anche partecipato alla fondazione di Blog34 (piazza virtuale studentesca di Messina, di cui vado molto fiero) e collaborato con OkCalciomercato, curando la rubrica "The Italian Job".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *