GP Di Spagna: Hamilton, Vettel e… il vuoto

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

La F1 torna in scena con il GP di Spagna, classico circuito che introduce alla serie di gare che avranno luogo in Europa nei prossimi mesi. Sul circuito dove si sono svolti i test invernali, la sfida tra Hamilton e Vettel si è finalmente vista in un duello faccia e faccia: dopo una qualifica molto combattuta, i due campioni del mondo si sono affrontati in pista, con il britannico che ha avuto la meglio grazie anche a una migliore strategia. Dietro di loro l’abisso: Ricciardo conquista il primo podio dell’anno, precedendo le Force India di Perez e Ocon, che si confermano quarta forza del mondiale. Dietro di loro Hulkenberg (ottima gara dal 13mo posto), Sainz, Wehrlein (splendida corsa del tedesco per dare punti alla Sauber), Kvyat e Grosjean. Fuori Bottas (motore in fiamme), Raikkonen e Verstappen – incidente alla partenza per i due piloti, con Bottas che andando leggermente lungo ha colpito Kimi, scatenando un effetto domino.

I TRE SPUNTI
1. Hamilton e Vettel possono giocarsi tutto ad armi pari. Le macchine sono molto simili, il che rende questo duello ancora più interessante: Lewis ha forse il mezzo più rapido, ma Sebastian ha quello più adatto al passo gara. Stavolta ha prevalso il britannico, ma il confronto sarà sicuramente esaltante.
2. Il distacco tra i primi e il resto del gruppo è abissale. Più di un minuto tra Vettel e Ricciardo, tutti gli altri finiscono la gara doppiati: incredibile come Ferrari e Mercedes abbiano una macchina così superiore rispetto agli altri.
3. Pascal Wehrlein porta la sua Sauber a punti: grande gara del tedesco, un po’ fortunato con la Virtual Safety Car, che riesce a dare punti alla scuderia svizzera, che scavalca così la Mclaren in classifica.

IL MIGLIORE: Pascal Wehrlein. Facile dire Hamilton, ma la mini-impresa di Wehrlein fa capire a tutti il talento cristallino del tedesco. Complimenti!

IL PEGGIORE: La Williams. Pessimo weekend per la scuderia inglese: una gara insignificante di Stroll e un incidente al primo giro che ha condizionato la gara di Massa regalano alla Williams la palma di peggiore in pista.

VOTO GARA: 8/10. Belle lotte, tra cui una per la leadership della corsa; numerosi sorpassi e incidenti, tante emozioni in una gara ricca di spettacolo: fino ad ora la migliore della stagione.

IL MOMENTO PIÙ BELLO: Il sorpasso di Vettel su Bottas. Cattivo, rabbioso, preciso e aggressivo: un contendente per il sorpasso dell’anno?

Adesso si vola a Montecarlo, il gioiello del calendario di Formula 1: lì la qualifica sarà a dir poco fondamentale, e con le prestazioni di quest’anno anche la Ferrari potrà dire la sua: Vettel arriverà nel principato con 6 punti di vantaggio su Hamilton, mentre la Mercedes si trova a +8 nel campionato costruttori. Appuntamento quindi alle stradine di Monaco per il prossimo GP!

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Daniele Spadi

Sono nato e vivo a Tradate, vicino Milano, e faccio attualmente il secondo anno di liceo Linguistico; seguo la Formula uno dal lontano 2006 e sono un grande appassionato di tennis, ma mi piacciono un po' tutti gli sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *