Gand-Wevelgem. Van Avermaet cannibale non si ferma più

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Finiscono le classiche di preparazione al Giro delle Friandre di domenica prossima e l’indicazione che esce da queste gare sembra abbastanza chiara. L’uomo da battere sarà Greg Van Avermaet. Sul traguardo che tre volte nel recente passato ha visto trionfare Mario Cipollini e nel 2014 anche un sorprendente Luca Paolini, il campione olimpico ha battuto in una volata a due il connazionale Keukleire, anticipando di una manciata di secondi Peter Sagan, Niki Terpstra e poi quel che restava del gruppone regolato in volata da John Degenkolb.

La gara, dopo la solita fuga iniziale è letteralmente esplosa sul Kemmelberg, più importante asperità della giornata a 35 km dal traguardo. Appena sentite sotto le ruote il terreno accidentato del pavè il campione olimpico ha attaccato scremando completamente il gruppo. Alle sue spalle tra gli altri, con un azione di grande forza è rientrato Peter Sagan.  In cima un gruppetto di 6 corridori anticipava un altro gruppetto di una manciata di secondi cosicchè a poco più di 30 km dall’arrivo dopo la fusione dei due gruppi di testa si pensava che il drappello fosse destinato a giocarsi la gara in volata. Evidentemente però data la presenza di Degenkolb e Matthews la situazione non stava bene a tutti e infatti poco dopo ulteriori scatti trovavano impreparati tra gli altri propri i due velocisti.

Rimanevano in 5 in testa. Oltre a Van Avermaet e Sagan figuravano anche Terpstra, Keukleire e Andersen.

A dieci km dall’arrrivo uno scatto dei due belgi provocava un buco nel gruppetto che Sagan e Terpstra bisticciando tra di loro non riuscivano a chiudere, provocando anche l’ira dell’ammiraglia di quest’ultimo. Non sembrava un attacco decisivo ma i 10/15 secondi di svantaggio non sarebbero più stati ricuciti.

A fine corsa un polemico Sagan preda ad un delirio di onnipotenza, non senza ragione comunque, affermava che lui decide chi vince e chi perde una corsa. Dovrà abituarsi all’idea di un marcamento ai suoi danni al limite del decente. Fuochi d’artificio dunque già aperti in vista del Fiandre di domenica. Se queste sono le premesse ci sarà da divertirsi.

 

 

 

 

ltriktri

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Un pensiero riguardo “Gand-Wevelgem. Van Avermaet cannibale non si ferma più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *