Rossi si ritrova inesorabile: monumentale vittoria davanti a Lorenzo e Marquez.

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Rossi ritrova Rossi, ed in particolare il miglior Rossi di sempre. Nell’ambiente la convinzione che fosse il miglior Valentino degli ultimi anni era forte, nonostante il bottino dei punti non fosse il migliore. Ma oggi, gara non c’è mai stata. Dopo aver sistemato le qualifiche, vincere con un distacco notevolissimo (al netto dell’impennata sul traguardo) che sfiora i 5 secondi, significa essere davvero essere al cospetto di un pacchetto tecnico e umano incredibile.  

Dallo stacco della partenza, dalla prima curva, non c’è mai stata storia. Solo a metà gara sembrava che Lorenzo potesse ricucire lo strappo, ma in un paio di passaggi Rossi ha ricominciato a martellare inesorabilmente con un passo inarrivabile per il maiorchino.

Le condizioni della pista erano molto difficili, il caldo della domenica spagnola ha cambiato leggermente le carte in tavola rispetto alle prove e allora la differenza l’ha fatta chi è riuscito a tirare fuori il massimo dalla moto e ad adattarsi meglio alle condizioni. E farlo ad anni 37 non è scontato.

Lorenzo ha dato la colpa alla gomma posteriore, che slittava in rettilineo, senza rendersi conto che tutti avevano lo stesso problema. Rossi come Marquez. E allora forse i meriti a Valentino, che con la sua squadra ha lavorato quasi sempre e solo a gomme finite, andrebbero riconosciuti . Ci sono occasioni in cui fare i complimenti all’avversario, al posto di trovare alibi, al netto dei problemi, sarebbe quantomeno più consono.

Peccato per Dovizioso, perso per la pista ancora una volta troppo presto, probabilmente per un problema tecnico.

Abbiamo ritrovato un Rossi da mondiale, abbiamo ritrovato il cannibale che quest’anno può superare sè stesso, dopo un 2015 a dir poco eccelso. A Le Mans, su una pista ancora più ostica, per una ulteriore conferma.

POS. PUNTI NUM. PILOTA NAZIONE TEAM MOTO KM/H DATA E ORA/DISTANZA
1 25 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 157.5 45’28.834
2 20 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 157.4 +2.386
3 16 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 157.1 +7.087
4 13 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 156.9 +10.351
5 11 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 156.7 +14.143
6 10 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 156.5 +16.772
7 9 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 156.0 +26.277
8 8 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 155.7 +30.750
9 7 50 Eugene LAVERTY IRL Aspar Team MotoGP Ducati 155.7 +32.325
10 6 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 155.6 +32.624
11 5 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 155.3 +38.497
12 4 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 155.2 +39.669
13 3 76 Loris BAZ FRA Avintia Racing Ducati 154.9 +45.227
14 2 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 154.8 +47.886
15 1 68 Yonny HERNANDEZ COL Aspar Team MotoGP Ducati 154.8 +47.988
16 51 Michele PIRRO ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati 154.7 +49.414
17 43 Jack MILLER AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 154.7 +49.513
18 53 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 154.5 +53.334
19 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich Ducati 153.8 +1’05.555
Non classificato
4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 155.7 18 Giri
19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 153.9 22 Giri

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×
Jacopo Leopardi

Jacopo Leopardi

Jacopo Leopardi, riminese e studente in Ingegneria dell'Autoveicolo presso il Politecnico di Torino. Sono un grande appassionato di motori, seguo la MotoGP da anni e adoro scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *